Segni religiosi |Segnaletica digitale per luoghi di culto

Poiché la prevalenza della segnaletica digitale continua a crescere nella maggior parte dei luoghi pubblici, chiese, moschee, templi, sinagoghe e altri edifici religiosi stanno adottando la tecnologia per migliorare la comunicazione con le congregazioni. Sia che l’obiettivo sia coinvolgere la comunità più ampia con la segnaletica esterna o incoraggiare la partecipazione del pubblico trasmettendo le parole dell’inno quotidiano, i segni religiosi stanno diventando parte integrante delle comunicazioni complessive.

Considerando l’aggiunta di segni di culto digitali alla tua istituzione religiosa? Rispondere a queste domande aiuterà a guidare la tua decisione su come il digital signage può generare la massima partecipazione e coinvolgimento da parte della tua comunità.

1. Come pagherai il costo iniziale?

La maggior parte dei luoghi di culto opera senza fini di lucro. Ciò significa che non importa quanto siano generosi i membri della congregazione, i budget sono di solito sia ristretti che altamente esaminati. La segnaletica digitale è un investimento intelligente, ma convincere il comitato del budget o la leadership del tempio a firmare la spesa anticipata può essere una sfida.

Alcune opzioni per compensare il costo includono una raccolta fondi specifica per i nuovi segni o la vendita di una sponsorizzazione. Lo stesso ristorante per la colazione che pubblicizza nella circolare stampata potrebbe essere interessato a sponsorizzare l’intero nuovo sistema di segnaletica in cambio di alcune diapositive promozionali che verranno mostrate al termine dei servizi.

2. Qual è il modo più efficace per posizionare e utilizzare la segnaletica?

Concordare e garantire finanziamenti per il digital signage è solo il primo passo. Decidere quali tipi di segnaletica dovrebbero essere posizionati dove è un’impresa importante, specialmente per i leader religiosi che hanno molta più esperienza nelle comunicazioni personali rispetto alla pianificazione dei sistemi di comunicazione visiva. Lavorare con un partner di comunicazione visiva è la scommessa più sicura per le istituzioni religiose per ottenere il massimo dal loro investimento nel digital signage. Rispondi alle seguenti domande all’interno della tua organizzazione prima di lavorare con un professionista:

  • Quali sono gli obiettivi della segnaletica (educare, incoraggiare la partecipazione, promuovere la raccolta fondi)?
  • Quali problemi ha portato alla tua attenzione la congregazione che potrebbero essere risolti con il digital signage (difficoltà a vedere i rituali, non sapere quando o dove si tengono le lezioni, ecc.)?
  • Quali sono le aree principali che vorresti migliorare con la comunicazione digitale (la segnaletica esterna, la segnaletica intorno al palco, la segnaletica di orientamento negli ingressi, ecc.)?

3. Chi è il capo dei contenuti?

Una volta che la segnaletica è a posto, qualcuno deve essere la persona di riferimento per mantenere i messaggi aggiornati per ottenere il massimo dal tuo investimento. Molte organizzazioni commettono l’errore di far sì che questo sia il lavoro di tutti e di nessuno. Ciò porta a informazioni obsolete, confusione e la sensazione che la nuova tecnologia abbia reso le cose più difficili piuttosto che facili per tutti.

Le opzioni per questa posizione potrebbero includere un amministratore della chiesa, un volontario esperto di tecnologia della congregazione o il direttore delle comunicazioni in un’istituzione più grande. La chiave è identificare questa persona prima ancora che i cartelli vengano ordinati e farli lavorare con l’azienda di digital signage durante l’installazione per capire come funziona il sistema.

4. Come sarà presentata la segnaletica alla comunità?

Nelle istituzioni in cui il tradizionalismo e la routine sono spesso molto apprezzati, è importante pensare a come i leader religiosi presenteranno la nuova segnaletica ai membri. Può essere molto fastidioso per qualcuno entrare nello stesso edificio in cui sono entrati settimanalmente per 40 anni ed essere accolto da uno schermo lampeggiante nuovo di zecca. Discuti in anticipo dei cambiamenti con la community, affronta eventuali dubbi e assicurati di evidenziare quali problemi l’organizzazione spera di risolvere con il digital signage. Ad esempio, una circolare della chiesa può annunciare l’imminente segnaletica e spiegare che aiuterà i membri più anziani della comunità a vedere più chiaramente il prete dal retro della chiesa e aiuterà i genitori a sapere quale insegnante sta conducendo la scuola domenicale quella settimana.

Se il digital signage fa parte di una ristrutturazione più ampia, si sentirà più omogeneo con gli altri ambienti aggiornati, ma non perdere il tempo di indicare la nuova funzionalità all’assieme. Mentre alcuni tradizionalisti potrebbero non apprezzare immediatamente la segnaletica, dall’altra parte dello spettro un aspetto moderno e aerodinamico può aiutare ad attirare nuovi membri più giovani nel gregge.

Non tutti i luoghi di culto avranno le stesse esigenze di segnaletica religiosa. Collabora con un professionista della comunicazione visiva e il tuo team dirigenziale per decidere quale forma di segnaletica digitale si adatta meglio agli obiettivi che hai per la tua istituzione.