Perché la sicurezza è più importante delle prestazioni in AV

Anche i sistemi AV più appariscenti e impressionanti sono intrinsecamente imperfetti se esiste il potenziale per la rete di diventare un punto di accesso secondario per gli hacker.

Per quanto doloroso possa essere per i manager AV, nel mondo connesso dell’insegna basata su cloud che opera sulle reti IT aziendali, la sicurezza deve avere la precedenza su prestazioni e funzionalità. Anche i sistemi AV più appariscenti e impressionanti sono intrinsecamente imperfetti se esiste il potenziale per la rete di diventare un punto di accesso secondario per gli hacker.

Nella mia esperienza, i manager IT sono eccezionalmente riluttanti a delegare la responsabilità della sicurezza della rete ai professionisti AV, oa chiunque altro (comprensibilmente, perché le loro teste sono sul blocco se c’è una violazione della rete). Sebbene i professionisti AV in genere selezionino la tecnologia in base a funzionalità e prestazioni, devono riconoscere che le soluzioni che scelgono devono integrarsi perfettamente e (soprattutto) in modo sicuro nei sistemi aziendali. Pertanto, non è più accettabile implementare hardware e software consumer privi di una buona sicurezza, visibilità della rete o strumenti di gestione della rete.

Qualsiasi dispositivo connesso in rete rischia di essere violato o danneggiato. Le reti di segnaletica che eseguono sistemi operativi consumer come Windows e Android vengono costantemente attaccate dagli hacker. I professionisti IT responsabili della costruzione e della gestione dell’architettura IT aziendale non dovrebbero mai scendere a compromessi con queste soluzioni di livello consumer. Devono essere convinti che qualsiasi dispositivo proposto sia robusto, sicuro e a prova di futuro. Alcuni team IT insistono sul fatto che l’hardware stesso sia bloccato al 100% fino a quando non viene richiesto da un amministratore di sistema. La soluzione è scegliere un sistema di livello commerciale creato appositamente per il digital signage.

La facilità d’uso del nuovo modello basato su cloud e incentrato sull’IT per i sistemi AV li sta rapidamente spingendo a diventare un canale centrale nella messaggistica e nelle comunicazioni in uscita. Anche se potrebbe essere una nuova area di responsabilità per architetti e gestori di rete, le regole di base che applicano rimangono le stesse. Hanno una mentalità “security first” e cercheranno di garantire che i sistemi AV collegati alla rete siano rafforzati e che l’utilizzo di software di sicurezza degli endpoint tenga fuori eventuali minacce. Gli endpoint devono inoltre disporre di aggiornamenti di sicurezza regolari per garantire che i malintenzionati non possano sfruttare le vulnerabilità di sicurezza emergenti.

Le implementazioni AV di oggi sono grandi, ambiziose e connesse. La loro implementazione richiede un attento equilibrio tra efficienza di rete e costi di implementazione, senza sacrificare la sicurezza che è fondamentale per le prestazioni senza problemi della rete a lungo termine.

Il CEO di BrightSign Jeff Hastings è entrato a far parte di BrightSign nell’agosto 2009, quando era ancora una divisione di Roku Inc. Alla fine del 2010 con le attività di digital signage in rapida crescita, BrightSign è diventata un’azienda separata. Titolare di otto brevetti statunitensi, ha anche una storia di leadership nel settore tecnologico, incluso come presidente del pioniere degli mp3 Rio.