Il bar Area 15 di Las Vegas stupisce i visitatori con AR, VR

Un nuovo bar a Las Vegas chiamato Area 15, sta colpendo il terreno offrendo più di un drink. Fornisce anche un parco giochi coinvolgente attraverso la tecnologia AR e VR.

Uno dei siti di intrattenimento immersivo che ha ricevuto molta copertura mediatica è stata la sede dell’Area 15 a Las Vegas. Lanciato ambiziosamente agli ospiti nel settembre del 2020, il locale è descritto come un coinvolgente complesso di intrattenimento ed eventi, parte di un progetto di 126.000 piedi quadrati, che comprende mostre uniche, ristoranti, negozi e intrattenimento in un ambiente a ingresso libero. La sede è sviluppata come un’impresa collaborativa tra Fisher Brothers e Beneville Studios.

Il locale spera di offrire un nuovo ecosistema per il retail, l’intrattenimento e l’ospitalità e fa parte di un più ampio piano aziendale che vedrà un’interpretazione del concetto, cercando attivamente altre location adatte nelle principali città per aprire questa “destinazione immersiva”. L’intrattenimento gioca un ruolo vitale nel pensiero alla base di questo nuovo ecosistema e, sin dall’apertura, è stata rivelata un’idea migliore di come questi elementi si adatteranno al mix del concetto in evoluzione, in quello che gli sviluppatori hanno etichettato come il loro “parco giochi immersivo”.

La realtà virtuale è al centro della scena

Una delle prime installazioni di intrattenimento VR ad aprire con la sede è stata “Birdly”, il simulatore di volo in realtà virtuale altamente fisico di Somniacs. L’azienda ha stretto una partnership con D3D Cinema per la distribuzione al mercato museale statunitense e l’azienda ha installato la sua esperienza immersiva presso CK Architecture a Dubai, il Vienna Technical Museum e Birdlife Zurich. Hanno inoltre sviluppato la nuova “CitiesWeR Zurich Experience”, ora disponibile in tutto il mondo, che consente agli utenti di sorvolare la città iconica della Svizzera sia in inverno che in estate, di notte o di giorno.

Ma Area15 include una seconda installazione VR, con la notizia dell’ultima ora che lo sviluppatore VR con sede in Francia BackLight ha collaborato con la posizione per installare il primo dei loro sistemi di area multiplayer free-roaming chiamato “OZ Experience”. Questa è un’unità dedicata di 1.800 piedi quadrati, creata all’interno dello spazio per ospitare un’esperienza zaino in VR multiplayer. Si basa sull’hardware e sui contenuti di HTC Vive creati dallo sviluppatore, incluso l’esclusivo “Eclipse”, un gioco di fuga virtuale basato sullo spazio.

Le esperienze di 35 minuti possono ospitare fino a quattro giocatori. A supporto di questo spazio, Backlight ha anche sviluppato un elemento unico chiamato “OZ Ride” – che offre corse da tre a quattro minuti da seduti, chiamate “Far Reach” e “Birdy King Land”. Il sistema di movimento VR utilizza l’hardware D-Box.

Questo sviluppo di BackLight arriva quando l’operazione aumenta il supporto della sede, lanciando “OZ Experience” che offre una selezione delle esperienze VR con licenza dell’azienda in un pacchetto per le sedi da inserire nelle loro operazioni. L’azienda sviluppa esperienze VR dal 2014, con circa 70 progetti al suo attivo.

Esperienza di camminata AR

Il parco giochi immersivo che è Area15 non è solo popolato con la realtà virtuale: la sede ha almeno un’attrazione basata sulla realtà aumentata all’apertura, con “Particle Quest”. È un’esperienza di camminata in realtà aumentata, con gli ospiti che indossano una Particle Quest Mask (che in realtà è un auricolare AR) e poi navigano nello spazio seguendo le nanoparticelle virtuali che aprono la strada, attivando elementi su una narrazione interattiva e rivelando il retroscena segreto di Area15, tutto giocato attraverso la maschera. Questa è un’attrazione con una descrizione che ricorda molto l’installazione “Unreal Garden” nel 2018 nella sede di Onedome di breve durata.

Lontano dal virtuale e aumentato, uno degli inquilini di Area15, corteggiato dai proprietari Fisher Brothers, è Meow Wolf – prendendo la loro installazione artistica eclettica e il background pop-up e trasformandolo nella creazione della loro mostra permanente “Omega Mart” . È un incrocio eclettico tra shock e sorpresa in un volto in stile negozio di alimentari. Questo passaggio dell’operazione verso un approccio di destinazione dell’intrattenimento è l’inizio di un perno dell’operazione verso un portafoglio di intrattenimento più convenzionale dopo aver subito una ristrutturazione del management.

Parte di questo nuovo focus di Meow Wolf è stato quello di stabilire un posto nello sviluppo di tali progetti futuri, allontanandosi dalle loro radici di installazione artistica e guardando a un futuro di luogo immersivo. Con questo è arrivato l’annuncio che il fondatore e direttore di Meow Wolf avrebbe lanciato un’agenzia di consulenza per l’intrattenimento basata sulla posizione chiamata Spatial Activations. La speranza di questa nuova operazione è aiutare gli sviluppatori commerciali a progettare installazioni future.

Intrattenimento fisico

Il parco giochi immersivo previsto da Area15 comprende anche elementi di intrattenimento fisico come “Haley’s Comet” – un’installazione zipline sospesa. Insieme a un’attrazione per il lancio di asce a 18 corsie, originariamente chiamata “Duelling Axes”. Ci sono anche installazioni pop-up come “Brainstorm” – un recinto di una stanza di reazione dal vivo; e “Museum Fiasco” – un’installazione audiovisiva immersiva di Playmodes Studio. Il luogo si basa ancora fortemente su un ethos di design fisico e coinvolgente, con un’ampia luce nera e strutture illuminate come tema.

Uno dei nuovi entranti previsti per l’apertura nel 2022 di Area15 è l’esperienza digitale immersiva “Illuminarium”. È prevista l’apertura di una terza sede presso il sito di Las Vegas, con proiettori laser 4K multipli a 360 gradi e un ambiente del sistema audio Holoplot si propone di essere una nuova attrazione esperienziale.

L’operazione ha rilasciato informazioni sulla prima esperienza ad abitare il primo dei siti pianificati durante il CES’21 – con l’esperienza “Wild: The World’s First Virtual Safari” (l’esperienza del pubblico). Gli operatori di Illuminarium stanno cercando di aprire 30 sedi nei prossimi cinque anni. La prima sede è prevista per l’apertura nel terzo trimestre del 2021 ad Atlanta, con un programma per il quarto trimestre del 2021 per la seconda a Miami, e questa ulteriore ad Area15 andrà contro l’attrazione MGS Sphere che è prevista per l’apertura nella stessa finestra.

Area15 comprende anche diversi spazi di ospitalità, tra cui il bar centrale “Oddwood” e lo spazio per eventi, a tema con la loro offerta distintiva, che vogliono essere un bazar immersivo. Il sito include anche altri elementi di cibo e bevande e sta persino organizzando un concetto di picnic indoor immersivo (chiamato “Cloud 9”).

Ovviamente, per Las Vegas e la scena dell’intrattenimento globale, il 2020 è stato un anno difficile e Area15 deve ancora stabilire completamente la sua offerta, essendo stata temporaneamente chiusa e solo ora iniziando il processo di riapertura completa. Con una capacità dichiarata di 3.000, la sede ha ricominciato con un nuovo limite di 750 al giorno. La sede ha tenuto un evento di Capodanno (“Illuminate 2021”), come parte delle mosse per un completo rilancio, emergendo per mostrare il suo pieno potenziale nel 2021.

Area15 è un work in progress che i proprietari sperano di evolvere e perfezionare una volta valutate meglio le reazioni del pubblico. Visiterò la sede nei prossimi mesi, quindi aspettati un rapporto dettagliato su questo ambizioso progetto.

(Nota dell’editore: gli estratti di questo blog provengono dalla recente copertura di The Stinger Report, pubblicata da KWP e dal suo direttore, Kevin Williams, il principale servizio di notizie interattivo di intrattenimento fuori casa che copre la frontiera immersiva e oltre.)

Immagini per gentile concessione dell’Area 51.