Come creare un sistema di orientamento efficace

Parlando del miglior dispositivo di navigazione di sempre, la Mappa del Malandrino dell’universo di Harry Potter è letteralmente l’ultimo e utopico pezzo di tecnologia di orientamento. La mappa non solo mostra ogni aula e corridoio, ma ti porta negli angoli più remoti del castello, è anche alimentata dalla tecnologia GPS ed è in grado di individuare l’esatta posizione di ogni persona sul terreno.

La mappa del malandrino è certamente un’ispirazione; in particolare per le organizzazioni con dozzine di reparti e ambienti complessi in cui il wayfinding spesso sembra come navigare in un labirinto. Sfortunatamente, molte organizzazioni spesso trascurano l’importanza dei segnali direzionali quando è certamente qualcosa che può creare o distruggere l’esperienza di un visitatore.

In BlinkSigns, forniamo soluzioni di segnaletica di orientamento ai clienti di vari settori. In questo articolo, condividiamo alcuni suggerimenti per aiutarti a creare un sistema di wayfinding efficace.

Segui il principio KISS

KISS, acronimo di Keep It Simple, Stupid è un principio di design popolare. Il principio afferma che la maggior parte dei sistemi funziona in modo ottimale quando vengono mantenuti semplici e si evitano complicazioni.

La semplicità è fondamentale per i sistemi di orientamento. Il design dovrebbe concentrarsi maggiormente sulla leggibilità e le informazioni importanti devono essere presentate in modo chiaro e conciso. Quindi si consiglia di mantenere i segnali di orientamento facili da capire ed evitare elementi non necessari per creare un ambiente visivo chiaro.

La coerenza è importante per l’esperienza ed è anche importante garantire che tutti i segni abbiano lo stesso design. Usa gli stessi colori, forme, caratteri e simboli in modo coerente in modo che le persone possano individuarli facilmente e capire immediatamente che sono segnali di orientamento.

Crea un’identità in ogni luogo

Un buon sistema di navigazione aiuta il navigatore a spostare con successo le informazioni dalla sua posizione attuale alla destinazione finale. Il navigatore deve, in ogni momento, essere in grado di elaborare facilmente le informazioni e può rispondere in modo definitivo alle domande, “Dove sono?” e “Da che parte sto affrontando?

Una buona pratica è quella di dare a ogni luogo un’identità percettiva unica in modo che i navigatori possano facilmente ritrovarsi nel quadro più ampio associandosi con l’ambiente circostante. Aiutare un visitatore a recuperare rapidamente la propria posizione e il proprio orientamento è il principio fondamentale dell’orientamento.

Crea percorsi ben strutturati

Affinché i percorsi siano ben strutturati, devono possedere un insieme di caratteristiche. La prima qualità di un percorso strutturato è che ti porta a destinazione senza perderti nel mezzo. I segnali dovrebbero guidare facilmente il navigatore tra i punti. Gli utenti devono essere in grado di determinare la distanza della loro destinazione e di misurare i loro progressi mentre si spostano.

Percorsi ben strutturati e segnaletica strategicamente posizionati eliminano la confusione e danno ai visitatori un maggiore controllo sul processo visualizzando le informazioni giuste, al momento giusto, nel posto giusto.

Sii un po’ creativo

Semplicità e facilità d’uso non significano che i segnali direzionali debbano essere noiosi e asciutti. Puoi aumentare l’interattività e l’usabilità dei tuoi segni incorporando un po’ di creatività. Per ottenere il massimo dal tuo investimento, puoi mostrare la personalità del tuo marchio integrando i colori, i caratteri e i design che rappresentano il marchio della tua organizzazione.

Indipendentemente da quanto sia piccolo o grande lo spazio, i segnali direzionali e la grafica possono ancora essere incorporati perfettamente nell’arredamento. Mantieni l’ambiente coinvolgente per assicurarti che i segnali svolgano il loro lavoro con coerenza visiva per rafforzare il marchio della tua organizzazione.

Non dare all’utente troppe scelte di navigazione

Un’altra buona pratica per i segnali di orientamento è evitare di dare molte scelte agli utenti. Questo spesso porta a confusione ed è particolarmente importante per gli ospedali in cui i visitatori sono già stressati e troppe opzioni possono aggiungere ansia e frustrazione.

Sebbene possano esserci più opzioni per andare dal punto A al punto B, i segnali di orientamento dovrebbero mostrare solo 1 o un massimo di 2 percorsi. Limitare la scelta dell’utente non solo previene la confusione, ma consente anche di orientarsi più rapidamente nell’ambiente circostante.

Percorri i percorsi

Per valutare la praticità e l’intraprendenza dei tuoi segnali stradali, è importante percorrere tu stesso il percorso prima che lo facciano i visitatori. Ciò garantirà che i percorsi siano ben definiti e aiuterà anche a identificare le aree di confusione. Garantisci chiarezza alle tue mappe prima di rivelarle al pubblico.

Anche l’accessibilità fisica è un fattore importante che viene spesso trascurato. Assicurarsi che i visitatori speciali che utilizzano una sedia a rotelle possano vedere e leggere facilmente i segnali.

Segnali di orientamento con BlinkSigns:

In BlinkSigns, forniamo soluzioni di segnaletica di orientamento alle organizzazioni che includono industrie, centri commerciali, teatri, parchi pubblici, strutture sanitarie e altro ancora. Forniamo anche soluzioni di segnaletica digitale per l’orientamento. Contattateci per maggiori informazioni. Parliamo!